Dieci Piccoli Indiani. Ancora non l’hai prestato ad un amico?

“In un angolo dello scompartimento fumatori di prima classe, il signor Wargrave, giudice da poco in pensione, tirò una boccata di fumo dal sigaro e scorse con interesse le notizie politiche del «Times». Poi, depose il giornale sulle ginocchia e guardò fuori dal finestrino. Il treno correva attraverso il Somerset.”

 

Dieci Piccoli Indiani scritto da Agatha Christie nel 1939- è forse il romanzo giallo più coinvolgente, affascinante e prestato in assoluto. 


Dieci persone vengono invitate, da un misterioso signor Owen, a soggiornare a Nigger Island, una piccola isola al largo della costa del Devon. L’assassino, fin dall’inizio, tramite la sua voce registrata su un grammofono, accusa i dieci ospiti di aver commesso crimini che la giustizia non ha potuto punire. Intrappolate sull’isola, le dieci persone iniziano ad essere uccise a una a una, seguendo le rime di un’antica filastrocca…

 

Ho letto Dieci Piccoli Indiani due anni fa. La trama, lo stile di scrittura, il finale mi avevano colpita fortemente.  Me lo aveva prestato Marco, dopo averlo letto su suggerimento di un amico.
Nell’ultimo periodo il titolo mi è tornato in mente e -proprio come il ritornello di una canzoncina- dalla testa non vuole uscire. Così spinta dalla curiosità di sapere quali emozioni e reazioni il libro avesse provocato negli altri lettori, ho deciso di chiedere loro un parere.
Grazie alle risposte di alcuni amici lettori, ho scoperto che dietro alla storia del libro ci sono tantissime altre storie affascinanti, le loro. Ognuno ha raccontato la propria esperienza di lettura. Ognuno ha parlato un po’ di sé.
Un libro- anche attraverso gli anni- non viaggia mai solo, è accompagnato dai sospiri, dai pensieri, dalla curiosità, dall’insaziabilità dei lettori, primi veri protagonisti delle storie.
Se il lettore, a contatto con una storia, non si emoziona o non trova un po’ di sé, quella storia per quanto bella, non circola.
Dieci Piccoli Indiani è la storia che funziona, che va. La storia che naviga a vele spiegate, che passa di bocca in bocca. La storia che si consiglia di leggere ad un amico, assolutamente.

 

Virginia- giornalista e mamma, blogger e lettrice- ha letto Dieci Piccoli Indiani a 16 anni. Glielo aveva prestato un amico

[…] Leggo sempre molto velocemente, ma con i gialli vado ancora più spedita perché voglio conoscere come andrà a finire. Con Dieci piccoli indiani è andata esattamente allo stesso modo. Mi ha divertita molto, l’ho trovato ben strutturato e intricato.

Marco, laureato in Scienze ambientali, scrittore e lettore, ha creato una cartella Excel in cui accanto ai titoli dei libri letti c’è una valutazione. Dieci Piccoli Indiani si è meritato “un bel 7/10”.

L’ho letto diversi anni fa, nel 2015. Ne avevo in casa tre versioni diverse, ma nonostante questo quando Il Corriere della Sera ha pubblicato una collana dei libri di Agatha Christie e Dieci piccoli indiani era la prima uscita, non ho potuto non comprarlo. […]

Francesca, maestra elementare. La maestra di tutti i bambini di Moneglia. Ama parlare, tanto, e leggere. 

10 piccoli indiani, l’ho letto tutto d’un fiato prima di tutto perché è scritto benissimo e poi per la trama davvero intrigante e coinvolgente. Mi sono piaciute le descrizioni dei protagonisti nei loro trascorsi e nella narrazione, così come le ambientazioni che ho trovato piegate al libro tanto da poterci quasi entrare dentro. […]

Barbara mamma simpatica e stravagante- tra i mille impegni della giornata riesce a trovare sempre un po’ di tempo per leggere.

l’ho letto parecchi anni fa. Sono una fan di Agatha Christie ….a distanza di tempo l ho riletto perché l ho trovato uno dei più bei libri della scrittrice. Penso di aver divorato le pagine leggendolo in un soffio …la prima volta l’ho comprato, poi in un trasloco l’ho perso e un giorno trovandomi a casa di mio zio mi stupii trovandolo fra i suoi libri e me lo feci regalare. […]

Serena finalmente ha un momento di pausa. Due bambini su tre dormono. Così può rispondermi. Era ancora fidanzata con Nicola, suo marito, quando comprò il libro. 

[…] Il libro mi sembra di averlo comprato insieme ad altri in un mercatino dell’usato, sempre a Genova. Mi era piaciuto molto, anche se il genere giallo non è esattamente tra i miei preferiti, ma non mi dispiace! In quanto tempo….di solito sono abbastanza veloce, penso un paio di giorni….al massimo […]

Maurizio, ha la passione per le camminate in montagna, per le corse in bicicletta e anche di gatti secondo me.

L’ho letto tanto tempo fa(anni ’70) e poi ho visto anche una rappresentazione teatrale dopo pochi anni.Quindi non mi ricordo benissimo del libro.La trama è affascinante e piena di colpi di scena inaspettati senza parlare del finale.Mi ricordo che,delle persone che sapevo l’avessero letto,nessuna immaginava un finale così.Il libro è ancora nella mia biblioteca.

Alessandra, giornalista e blogger, ha la mente a Chiavari e il cuore in Val d’Aveto. Il libro glielo prestò la cugina più grande. 

Ho letto Dieci piccoli indiani, più di dieci anni fa, forse addirittura andavo alle medie, quindi decisamente un bel po’ di tempo fa. Il libro mi è stato prestato da mia cugina più grande e l’ho letto nella mia casa in Val d’Aveto.. Ho cominciato a nutrire la mia passione per i libri proprio leggendo Agatha Christie . Dieci Piccoli indiani, insieme a Corpi al sole, è uno dei miei romanzi preferiti della scrittrice. […]

Monica, laureata in Lettere, da sempre appassionata di teatro. Ha letto il libro dopo aver visto prima lo spettacolo teatrale.

Ho letto il libro perché a me Agatha Christie piace molto, specialmente Poirot. Tuttavia ho voluto provare un testo diverso senza investigatore.  Mi è piaciuto anche se preferisco la presenza del detective.
L’ho letto per curiosità dopo che ho visto lo spettacolo a teatro.

Riccardo, studente universitario part time e pensatore full time. Esperto di basketball e fumetti. 

Ho letto Dieci Piccoli Indiani quando frequentavo il liceo. Ho trovato il libro in casa e ho deciso di leggerlo. È stata una lettura coinvolgente e appassionante. Non mi ha lasciato un segno profondo ma la storia è davvero interessante.

Arianna, anima inquieta e ribelle. Estimatrice de Il Piccolo Principe. In casa ne ha dieci copie differenti, in lingua diversa. Dal portoghese al francese.  

Ho letto Dieci Piccoli Indiani in due giorni. Me l’ha prestato Davide durante la vacanza a Sanremo.
Mi ha inquietata un po’ perché tutti sono possibili sospettati. Fino alla fine non trovi la soluzione.
In altri gialli riuscivo a capire l’inghippo… In questo libro non sono riuscita proprio.

Cesare, ingegnere civile e lettore. 

Ho letto Dieci Piccoli Indiani tanti anni fa. Mi era piaciuto moltissimo, così l’ho consigliato anche a Marco e Andrea. L’ho riletto da poco, mentre preparavo l’Esame di Stato, per distrarmi e catapultarmi in un’altra dimensione.

Michela, giornalista e amante della natura. 

Ho letto Dieci Piccoli Indiani da piccola su Selezione del Reader’s digest, come andava di moda negli anni ’80. Credo di aver letto tutti quelli di Agatha Cristhie. I generi Thriller e Giallo sono quelli più coinvolgenti in età adolescenziale. Ancora oggi, quando torno a casa dei miei genitori, entro nella mia cameretta piena dei libri che ho amato, e mi fa piacere vederli lì. Provo una sensazione simile a quella che si prova quando si guardano vecchie fotografie.