fiori

Fiori, libri e… cos’altro per essere felici?

Fiori come i libri: generi, odori, storie diverse 

“Le belle mani sono rare come gli alberi di palissandro in fiore, in una città in cui le facce graziose sono comuni come le smagliature nelle calze da un dollaro.”

-Raymond Chandler-

Sai chiudere gli occhi, portarti un fiore al naso e annusarlo?
Il gesto non è così semplice e scontato come può sembrare. Infatti, quand’è l’ultima volta che lo hai fatto?
Siamo capaci di fermarci un momento, respirare osservare captare, e poi ripartire dolcemente?
Sempre così di corsa, affannati, di fretta che ci manca il tempo. Il tempo di un gesto piccolo piccolo come quello di annusare un fiore.

I fiori- si sa- sono molti, di tutti i tipi. E per certi versi, credo, siano simili ai libri. Esatto, simili ai libri. Perché i fiori proprio come i libri si suddividono in genere, colore odore e storie. I fiori raccontano storie così intriganti che neanche i libri se lo sanno spiegare.

Ho comprato un libro qualche giorno fa. Passeggiavo senza pensieri tra le bancarelle di oggetti usati- in una via del centro- e ad un certo punto mi sono fermata di fronte a quella dei libri. Ce ne erano tantissimi, ma solo uno mi ha colpita. L’ho scelto per il colore della copertina e per l’odore che emanava. L’ho scelto esattamente come si scelgono i fiori.

Una volta acquistato mi sono resa conto che raccontava una storia. E non mi riferisco alla storia narrata dall’autore attraverso le pagine. Ma la storia di cosa ha vissuto prima di ritrovarsi, capovolto sottosopra, in una bancarella di libri usati.

E anche i fiori, se sappiamo ascoltare osservare leggere, raccontano la loro storia.

Credo che ci siano oggetti- che fanno parte della nostra vita- che in un certo senso posso essere considerati della stessa famiglia. I fiori, i libri, la musica, i palloncini colorati sono tutti figli della poesia e di una certa idea di mondo.

Regalare, anzi donare, un fiore o un libro alla persona accanto a te, è il gesto d’amore più delicato dolce e travolgente che possa esistere.

Abbiamo a portata di mano tutto ciò che ci serve per essere felici. Basta poco. A noi la scelta.   

 

la libreria del mio cuore

La libreria è un luogo magico, almeno per me. La libreria è il tempio dei libri, di quei piccoli oggetti quotidiani e domestici che vivono con chi li ama. Non tutte le librerie sono uguali. Si distinguono per posizione, localizzazione, dimensione, colore e odore. Ogni libreria ha il suo nome, il suo profumo, la sua anima.
In ogni libreria che si rispetti, in quanto tempio, si entra in silenzio e così si deve restare. Proprio come in una chiesa. Ci si aggira per gli scaffali, si osserva, si scruta.Si sceglie un libro e lo si prende in mano. Lo si sfoglia e lo si odora.
L’olfatto in una libreria è il senso che va maggiormente sviluppato.Poi la vista, il tatto e infine il gusto… quando si decide di divorare tutte le pagine in una sola lettura!
Il libro che si è scelto di acquistare viene portato al tavolo, solitamente vicino all’ingresso, e lo si porge al libraio.
Quest’ultimo sorride, lascia un commento sulla scelta della lettura, lo imbusta.
Come ci si sente quando si entra in una libreria?
Liberi, prima di tutto. Liberi e felici. Ci si sente sereni. Il corpo si rilassa, il cuore cambia ritmo, i muscoli si alleggeriscono. La mente si apre.  La sensazione è quella di volare.
La mia libreria preferita  si chiama L’amico Ritrovato. Si tratta si una piccola libreria indipendente nei vicoli di Genova. https://www.amicoritrovato.it/la-libreria/.
A
mo quel luogo, per la gentilezza delle ragazze che ci lavorano, per come è organizzato lo spazio. Ma soprattutto per il tipo di clima che si respira: magico.
Questa mattina la si poteva anche ascoltare una canzone davvero coinvolgente: Kind and generous di Natalie Merchant: https://www.youtube.com/watch?v=uAwyIad93-c
O
gnuno di noi ha un luogo del cuore, nel quale sta bene e riesce a staccare la testa da tutto. Consiglio di coltivare questi spazi. Sono le nostre gioie certe.

si torna in pista!!!

Troppi impegni, troppi  pensieri, troppe scadenze non mi hanno più permesso di dedicarmi al mio blog, al mio piccolo spazio sul web.

È trascorso un mese dall’ultimo articolo.

Ma ora si torna, carichi e positivi come prima!!

E con l’anno nuovo tante sorprese e idee divertenti sono in programma!!

Le passioni prima di tutto !!! 🙂

A breve l’immancabile elenco dei buoni propositi per il 2017!!!!!

A chi come me capita di essere sopraffatto dagli impegni?