fiori

Fiori, libri e… cos’altro per essere felici?

Fiori come i libri: generi, odori, storie diverse 

“Le belle mani sono rare come gli alberi di palissandro in fiore, in una città in cui le facce graziose sono comuni come le smagliature nelle calze da un dollaro.”

-Raymond Chandler-

Sai chiudere gli occhi, portarti un fiore al naso e annusarlo?
Il gesto non è così semplice e scontato come può sembrare. Infatti, quand’è l’ultima volta che lo hai fatto?
Siamo capaci di fermarci un momento, respirare osservare captare, e poi ripartire dolcemente?
Sempre così di corsa, affannati, di fretta che ci manca il tempo. Il tempo di un gesto piccolo piccolo come quello di annusare un fiore.

I fiori- si sa- sono molti, di tutti i tipi. E per certi versi, credo, siano simili ai libri. Esatto, simili ai libri. Perché i fiori proprio come i libri si suddividono in genere, colore odore e storie. I fiori raccontano storie così intriganti che neanche i libri se lo sanno spiegare.

Ho comprato un libro qualche giorno fa. Passeggiavo senza pensieri tra le bancarelle di oggetti usati- in una via del centro- e ad un certo punto mi sono fermata di fronte a quella dei libri. Ce ne erano tantissimi, ma solo uno mi ha colpita. L’ho scelto per il colore della copertina e per l’odore che emanava. L’ho scelto esattamente come si scelgono i fiori.

Una volta acquistato mi sono resa conto che raccontava una storia. E non mi riferisco alla storia narrata dall’autore attraverso le pagine. Ma la storia di cosa ha vissuto prima di ritrovarsi, capovolto sottosopra, in una bancarella di libri usati.

E anche i fiori, se sappiamo ascoltare osservare leggere, raccontano la loro storia.

Credo che ci siano oggetti- che fanno parte della nostra vita- che in un certo senso posso essere considerati della stessa famiglia. I fiori, i libri, la musica, i palloncini colorati sono tutti figli della poesia e di una certa idea di mondo.

Regalare, anzi donare, un fiore o un libro alla persona accanto a te, è il gesto d’amore più delicato dolce e travolgente che possa esistere.

Abbiamo a portata di mano tutto ciò che ci serve per essere felici. Basta poco. A noi la scelta.   

 

Martedì

Il Martedì è un grande giorno, un gran bel giorno.

E’ la nostra seconda possibilità.

Se il lunedì non vi è piaciuto, non ha soddisfatto la vostra immaginazione, come primo giorno della settimana, allora c’è sempre il martedì per rimediare.

Ci avevate mai pensato?
Avere una seconda possibilità per cominciare la settimana, è una cosa grandiosa.

Si elimina il lunedì, e si riparte dal martedì!!

…e allora datevi da fare!!! 🙂

 

onestà

Ammettere a se stessi e agli altri che molte volte non si è né felici né soddisfatti, è il primo modo per cominciare ad essere felici e soddisfatti.

il colore dell'anima

Ognuno di noi è un colore.
Non siamo solo carne, ossa, sangue, muscoli; cuore, pensieri, parole. Siamo anche colore.
E ognuno di noi possiede un colore, il colore dell’anima si chiama.
Il mio colore è il giallo.
Giallo come la felicità; come i limoni e l’ananas; come il sole, la luna e le stelle;
La mia vita è gialla.

Di che colore è la tua anima?