tempo

Come impiegate il tempo quando?

Il tempo di una lettura

Tempo, ciò di cui parliamo spesso e volentieri.
Che tempo fa? Tra quanto tempo? Il tempo è denaro! Non ho tempo. Dipende dal tempo. Il tempo di un saluto. Che tempo che fa? (programma tv). Il tempo delle mele (film). Al mio tempo… Un altro tempo. E così via. Quanti modi di dire sul tempo esistono ancora? Pensateci un attimo, e vedrete quanto il tempo ruoti intorno a noi.
Ah, quasi dimenticavo, ci sono anche i fazzoletti per il naso Tempo.

La mia riflessone di oggi parte da una curiosità. Come impiegate il vostro tempo quando? 

⇒Quando aspettate la metro, il bus, il treno, il taxi, l’aereo.
⇒Quando siete in fila dal dottore, alla posta, in banca.
⇒Quando siete bloccati nel traffico.
⇒Quando state aspettando un amico o la fidanzata che sembra non arrivare mai.
⇒ Quando avete due ore buche tra una lezione e l’altra.

Insomma, cosa fate in tutti quei momenti di attesa, detti appunto anche “buchi”, che incontrate durante la vostra giornata?
Una giornata peraltro, immagino, frenetica e piena di cosa da fare. A maggior ragione quel tempo sembra davvero tempo perso. 


Cosa fare dunque quando non si sa cosa fare?

Risultati immagini per icona idea 1. LEGGETE
2.FATEVI DOMANDE.

 3. OSSERVATE

Leggete quello che avete a disposizione. Un giornale, un libro, un magazine, news online, articoli, testi. Date un’occhiata anche alle copie gratuite di giornali, detti free press, che trovate a bordo dei mezzi pubblici. Insomma, fate voi, l’importante è leggere.

Ponetevi domande, di qualsiasi tipo, su tutto ciò che vi circonda. Per esempio? Per esempio, come si chiamava via Garibaldi, prima di Garibaldi? Oppure, come si chiamava piazza Matteotti prima di Matteotti?
Non sono domande stupide, aiutano a capire molto.

Osservate i particolari, le sfumature, gli abbinamenti di colori. Osservate i gesti delle persone, le loro espressioni del viso, il tono della voce. Fate caso a cosa leggono, curiosate i titoli dei libri. Cercate di capire chi sono, cosa fanno nella vita.

Siate persone attente, partecipi di ciò che ruota intorno a voi, perché in un certo senso fa parte della vostra vita.

SMS

” Buongiorno Vita.
Ho sempre pensato che queste potessero essere le prime parole che un neonato dice quando si affaccia al mondo. E per ogni compleanno sono le prime parole che voglio dire, ripetere.
Oggi mi sento figlio amato di una festa, di un rito, di un giorno. Domani mi sentirò già più orfano, ma oggi è il 9 marzo. Giorno di pensieri, immagini e candeline.
Ho imparato molto e sento che ogni giorno che passa sono un po’ più consapevole di me e un po’ meno me stesso. Non come il buon vino, ma come l’acqua.
Ho imparato che è molto più difficile “vivere con” che “vivere per”, non l’avrei mai pensato, ma lo sto imparando grazie ad una ragazza dai capelli neri e i pensieri gialli e colorati.
Le nuove corse sono insieme, essere me in tutto, rovesciare il tavolo quando sono infelice, gridare la gioia e condividere i sorrisi.
Buongiorno Vita”