Scelte

Tutti scegliamo. Tutti scegliamo ogni giorno.

Scegliamo come vestirci, quale colore indossare, quali scarpe calzare;
Scegliamo come pettinare i capelli, come legarli, con quale shampoo lavarli, se lavarli;

Scegliamo la colazione, le canzoni da ascoltare, quale libro leggere, con chi parlare, se parlare, di cosa parlare.

Scegliamo la pizzeria, il cinema, il supermercato.

Insomma, tutti i giorni, tutti noi facciamo delle scelte- grandi o piccole che siano.

Ma ci sono scelte e scelte. E certe scelte ti cambiano la vita.

Qual è la scelta che ha cambiato la vostra vita?

 

 

il colore dell'anima

Ognuno di noi è un colore.
Non siamo solo carne, ossa, sangue, muscoli; cuore, pensieri, parole. Siamo anche colore.
E ognuno di noi possiede un colore, il colore dell’anima si chiama.
Il mio colore è il giallo.
Giallo come la felicità; come i limoni e l’ananas; come il sole, la luna e le stelle;
La mia vita è gialla.

Di che colore è la tua anima?

 

SMS

” Buongiorno Vita.
Ho sempre pensato che queste potessero essere le prime parole che un neonato dice quando si affaccia al mondo. E per ogni compleanno sono le prime parole che voglio dire, ripetere.
Oggi mi sento figlio amato di una festa, di un rito, di un giorno. Domani mi sentirò già più orfano, ma oggi è il 9 marzo. Giorno di pensieri, immagini e candeline.
Ho imparato molto e sento che ogni giorno che passa sono un po’ più consapevole di me e un po’ meno me stesso. Non come il buon vino, ma come l’acqua.
Ho imparato che è molto più difficile “vivere con” che “vivere per”, non l’avrei mai pensato, ma lo sto imparando grazie ad una ragazza dai capelli neri e i pensieri gialli e colorati.
Le nuove corse sono insieme, essere me in tutto, rovesciare il tavolo quando sono infelice, gridare la gioia e condividere i sorrisi.
Buongiorno Vita”

Volontà

Quante volte ci capita di sentirci stanchi, assonnati, annoiati, svogliati ma abbiamo impegni, appuntamenti, orari e scadenze da rispettare?
Tante, tante volte.
L’istinto è quello di dire “no, io lì non vado, proprio non ne ho voglia” e forse anche la testa lo pensa, ma l’attimo dopo sei in piedi, pronto per la consegna con la data di scadenza, pronto per l’appuntamento, pronto per il lavoro,per il pranzo a casa dei suoi, pronto per la palestra,pronto per l’aperitivo con gli amici di lei o di lui, pronto per la conferenza, pronto per la lezione, da seguire o da presentare.
Insomma, stai andando. E fai in modo anche di non arrivare in ritardo. E infatti, chissà come mai, solo quando non si ha voglia di fare qualcosa, si è sempre puntuali, o quasi!
Ci siamo mai chiesti perché? Perché facciamo qualcosa che non ci va di fare, qualcosa alla quale rinunceremo volentieri?
Forse perché dentro di noi, nella nostra coscienza più remota, sappiamo di appartenere a qualcosa o a qualcuno.
Abbiamo la consapevolezza di far parte, nel senso di essere indispensabile- senza egocentrismo o presunzione- della realtà, del mondo.
E la realtà, il mondo è  fatto di persone-con sguardi e pensieri- che provano qualcosa per noi, che sia amore, affetto, stima… possiamo essere indifferenti o deludere forse, qualcuno che sarebbe pronto per una parola di conforto nei nostri confronti, per un abbraccio, un bacio, un riconoscimento, un premio? Ma anche- perché no- uno schiaffo morale, che ci faccia tornare sui binari?!

Giovani e belli, come gli eroi

M: non ho altro pensiero, nulla mi trattiene…ho solo voglia di te e di esplorare, come un treno che ti passa dentro senza stazione!

F: …e allora andiamo! Partiamo! Siamo insieme, siamo io e te! Ti seguirei fino in capo al mondo! Io senza te non ci sto!

 

Gli avevano detto che non sarebbero sopravvissuti all’uragano.
Ma nessuno sapeva che erano loro l’uragano.

Spring in the air

-Sta arrivando! La sentite anche voi?
-Ma chi?
-La Primavera!!

La primavera è alle porte! Si comincia a sentire nell’aria..
Si vede dalle giacche di pelle color rosso o giallo delle signore in attesa alla fermata del bus; dai visi giovani e puliti di studentesse che finalmente hanno detto addio a sciarpe e cappelli di lana; dagli sportivi mattutini, ora in pantaloncini corti; dai fiori , dai cartelloni pubblicitari; dalle canzoni alla radio: non più fredde melodie invernali ma tiepide musiche che accompagnano dolcemente il risveglio.
Si vede dalle fotografie, dai titoli di giornali, dalle notizie televisive; dal taglio di capelli, dal trucco, dalla gonna, dagli occhiali da sole.
Si vede dal sorriso, dalle strette di mano,dai saluti.
Si vede dai raggi di sole che si riflettono in una tazzina di caffè posata su un tavolino all’aperto, di un bar del centro.
Si vede dal mare azzurro, dal cielo chiaro, dalle nuvole morbide,dalla pioggia tenera.
Si vede dai pensieri, dai progetti, dalle parole, da una nuova voglia di cambiare, dalla convinzione di potercela fare.
Si cambia idea  e si cambia opinione.
Nuovo gioco e nuova strategia,
nuovi libri e nuovi viaggi!